Elio Sandri Barolo Riserva 2011

€79.00

Solo 5 rimanente

Elio Sandri, titolare di Cascina Disa è un vero Guru del Barolo, dovete andare a conoscerlo, assolutamente.

Grande prestanza fisica, grande cultura enologica, grande amore per la propria terra, è la persona che non ti aspetti. Elio è una persona molto posata ed educata, niente fronzoli, ma tantissima eleganza. I suoi vini parlano al posto suo, e dicono tantissimo.

In cantina è il tempo che stabilisce l’ordine delle azioni: dopo aver interpretato con attenzione le peculiarità di ogni singola vendemmia, dopo la macerazione sulle bucce e la permanenza del vino sulle fecce fini si attende pazientemente il lavoro raffinato e prezioso del Tempo.

La cantina costruita sotto l'abitazione è in parte interrata nella collina; utilizzano vasche in cemento vetrificato e botti in rovere di Slavonia da 20 e 40 HL. Vivere fisicamente "sopra" la cantina permette di costruire un rapporto molto intimo tra l'uomo e il vino.

La vendemmia, fatta manualmente inseguendo la massima qualità, permette di selezionare al meglio i grappoli che verranno pigiati.

La fermentazione spontanea contribuisce in modo fondamentale a esprimere le peculiarità del terroir. L'invecchiamento dei vini avviene in vecchie grandi botti di rovere e in vecchi vasi vinari in cemento vetrificato.

L'imbottigliamento dei vini viene eseguito a inizio e a fine estate in luna calante.

elio-sandri-barolo-vini-e-piu-giuseppe-ippolitojpg
Il Barolo Riserva ottenuto dalla selezione delle migliori parcelle ove le marne emergono in superficie esprime tutta il vigore e la grandezza dell'annata. Di colore rosso rubino intenso come il magma di un vulcano, il nostro Barolo rilascia un profumo ricco ed etereo. Fin da subito emergono le note balsamiche, unite a sentori di tabacco scuro e ciliegie sotto spirito. In bocca è decisamente sapido ricco di tannino dolce e morbido, note minerali acidità in perfetto equilibrio con il finale ammandorlato. Il profumo è ricco, alcoolico ed etereo. Le prime note sono di polvere da sparo, proseguono subito note di rosa rossa e di spezie: chiodi di garofano e anice stellato, che lo rendono leggermente balsamico.
andrea_elio_sandri_Barolojpg

Categoria vino rosso